Visite Specialistiche

Salus Sanitaria Ortopedia

Gentile Cliente, la invitiamo a consultare i nostri medici specialistici, previa prenotazione nei nostri Punti Vendita, per visita ortopedica, visita fisiatrica, visita audiometrica, visita massoterapica, visita dermatologica e della medicina estetica.

Otterrà così accurate valutazioni sul suo stato di salute e le verranno indicate le migliori terapie da adottare, insieme con i presidi e gli ausili a Lei più adeguati.

Utilizzi pure la funzionalità presente nel sito di RICHIESTA INFORMAZIONI. LE RISPONDEREMO PRONTAMENTE E SAREMO AL SUO SERVIZIO.

Visita ortopedica

Salus Sanitaria Ortopedia

L'Ortopedico è un chirurgo che si occupa dei problemi dell'apparato locomotore (muscoli, ossa e articolazioni), soprattutto quando questi assumono pertinenze chirurgiche).La visita Ortopedica mira a esaminare l’apparato locomotore del Paziente per diagnosticare patologie acute, croniche o degenerative a carico della colonna vertebrale, degli arti superiori (spalla, gomito, mano e polso) o degli arti inferiori (anca, ginocchio, piede e caviglia).

Le più frequenti problematiche per le quali è richiesta una Visita Ortopedica sono:

  • lombosciatalgie,
  • scoliosi e problemi di postura in genere,
  • l'artrosi,
  • i problemi al menisco,
  • le lesioni ai legamenti del ginocchio e della cuffia dei rotatori,
  • la sindrome del tunnel carpale,
  • l'alluce valgo,
  • il neuroma di Morton,
  • la sindrome da compressione del nervo ulnare e la fascite plantare,
  • ed è senz’altro utile in seguito a traumi che possono aver leso le strutture dell'apparato locomotore.

La Visita Ortopedica si svolge, partendo da una analisi completa delle condizioni cliniche del Paziente e della sua storia clinica.
A tale scopo il Paziente è invitato a portare con sé eventuali esami effettuati su richiesta del proprio medico curante e altri esami inerenti precedentemente effettuati; eventuali esami del sangue recenti. .

L’Ortopedico quindi esamina la struttura e la funzionalità dell’apparato locomotore, concentrandosi eventualmente su aspetti come la postura, la forza muscolare, l'ampiezza dei movimenti, la presenza di gonfiori e i riflessi. La visita può concludersi direttamente con una diagnosi oppure con la prescrizione di accertamenti diagnostici come radiografie, Tac, risonanze magnetiche, o anche esami del sangue, delle urine o del liquido articolare. In questo caso sarà prevista una ulteriore visita per esaminare i referti e pervenire alla diagnosi.

L’obiettivo della Visita Ortopedica è stabilire lo stato di salute dell’apparato locomotore e, quando necessario, alla prescrizione delle cure riabilitative mirate a risolvere i disturbi o la malattia diagnosticata. L’Ortopedico può prescrivere presidi come plantari, tutori o corsetti o terapie basate su apparecchiature mediche quali il laser, gli ultrasuoni, la corrente elettrica (TENS), la Tecar, la magnetoterapia e altre che saranno applicate da parte del Fisioterapista o Massofisioterapista

Visita fisiatrica

Salus Sanitaria Ortopedia

Il Fisiatra si occupa dei disturbi e delle menomazioni funzionali che sono causati da patologie del sistema muscolo-scheletrico e neurologiche.

Le più frequenti problematiche per le quali è richiesta una visita fisiatrica sono:

  • lombosciatalgie,
  • scoliosi e problemi di postura in genere,
  • traumi dello sport,
  • artrosi,
  • esiti di protesi di anca e ginocchio,
  • malattie infiammatorie articolari,
  • esiti di ictus cerebrale,
  • Sclerosi Multipla,
  • Morbo di Parkinson,
  • traumi cerebrali e del midollo spinale.

Durante la Visita Fisiatrica, il medico esaminerà la storia clinica del Paziente ed effettuerà l'ispezione clinica per arrivare ad una diagnosi e alla prescrizione del percorso di cure riabilitative. A tale scopo il Paziente è invitato a portare con sé eventuali esami effettuati su richiesta del proprio medico curante e altri esami inerenti precedentemente effettuati; eventuali esami del sangue recenti.

L'obiettivo è curare la malattia e rieducare il Paziente in modo che possa recuperare il più possibile l’autonomia che aveva prima della malattia.

Il Fisiatra può prescrivere presidi come plantari, tutori o corsetti o terapie fisioterapiche basate su apparecchiature mediche quali il laser, gli ultrasuoni, la corrente elettrica (TENS), la Tecar, la magnetoterapia e altre che saranno applicate da parte del Fisioterapista o Massofisioterapista.

Visita massofisioterapica e trattamenti

Salus Sanitaria Ortopedia

Il Fisioterapista aiuta pazienti di tutte le età a sviluppare, mantenere o ripristinare le capacità fisiche, motorie e psico-motorie compromesse a causa di malattia, infortunio o invecchiamento. Aiuta anche per la prevenzione da patologie o disfunzioni riguardanti l’ambito muscolo-scheletrico, neurologico e viscerale..

Migliorare la qualità di vita del proprio Assistito è il principale obiettivo del Fisioterapista: le terapie fisiche e le tecniche riabilitative che mette in atto aiutano a ridurre il dolore e ad aumentare la flessibilità, la forza e le capacità di movimento dei pazienti.
Principali problematiche trattate sono:

  • distorsioni, stiramenti e fratture,
  • scoliosi e problemi di postura in genere,
  • artrosi, artriti,
  • infortuni sul lavoro e infortuni sportivi,
  • disturbi neurologici come paralisi cerebrale e ictus,
  • lesioni alla schiena e al collo,
  • riprogrammazioni posturali,
  • contratture e dolori muscolari,
  • contratture e indurimenti tendinei,
  • ritenzione idrica, la cellulite,
  • stress psicofisico (es: disturbi dell'ansia, depressione minore ecc).

Il Massofisioterapista è un Fisioterapista che è anche specializzato nel massaggio terapeutico dei muscoli e dei tessuti connettivali (eseguito generalmente con le mani) ideale per promuovere la salute e il benessere di diversi apparati del corpo umano, tra cui principalmente l'apparato muscolo-scheletrico, in quanto capace di riabilitare ma anche di prevenire molte malattie che hanno per oggetto i muscoli, i vasi sanguigni, i vasi linfatici e le terminazioni nervose di tipo motorio.

Nella prima visita/trattamento il Massofisioterapista ricava l’anamnesi del Paziente. A tale scopo l’Assistito è invitato a portare con sé eventuali esami che abbia effettuato su richiesta del proprio medico curante, o dal medico specialista quale l’Ortopedico o il Fisiatra, e altri esami inerenti precedentemente effettuati. Il Massofisioterapista passa ad esaminare le capacità fisiche e motorie dell’Assistito, quali coordinazione, postura, forza, mobilità in modo da individuare le specifiche esigenze. Se lo ritiene opportuno, può richiedere esami specialistici da parte di ortopedici o fisiatri. Crea quindi un piano terapeutico su misura.

Il Massofisioterapista può quindi eseguire un gran numero di trattamenti, esercizi e manipolazioni, tra cui:, tra cui:

  • Il massaggio dei tessuti molli, come muscoli, tendini, legamenti, nervi (massoterapia o massofisioterapia),
  • La mobilizzazione e manipolazione di muscoli e articolazioni,
  • La stimolazione elettrica per aiutare la contrazione dei muscoli,
  • Il riscaldamento di specifiche zone del corpo per aumentare la circolazione del sangue,
  • Il raffreddamento di particolari zone del corpo per ridurre un'infiammazione.

Il Massofisioterapista può utilizzare macchinari per terapie fisiche basate sull'impiego di campi magnetici, laser, ultrasuoni, corrente elettrica (TENS), la Tecar, la magnetoterapia, la pressoterapia ed altri. Per ricevere il massaggio o la terapia, l’Assistito dovrà togliere gli indumenti principali o anche coricarsi sull’apposito lettino.

Il Massofisioterapista può addestrare l’Assistito al movimento funzionale, che può includere l'uso di attrezzature come stampelle e sedie a rotelle. Può indirizzarlo verso uno stile di vita sano e attivo, aiutandolo a prevenire nuovi disturbi. Può fornire assistenza e supporto, anche emotivo, su come affrontare il processo di recupero sia all’Assistito sia alla sua famiglia.

Generalmente il Massofisioterapista monitora l’andamento del piano di riabilitazione per valutare i i risultati ottenuti, ed apportare, ove occorre, correzioni. A tale scopo il Massofisioterapista può fissare al suo Assistito ulteriori visite massofisioterapiche.

Nota bene. IL TRATTAMENTO MASSOTERAPICO E IN GENERALE I TRATTAMENTI FISIOTERAPICI SONO VIVAMENTE RACCOMANDATI A CHI PRATICA SPORT E AGLI ATLETI PROFESSIONISTI in quanto li aiuta a

  • ridurre le fatiche post-allenamento,
  • accelerare il recupero
  • favorire il rilassamento dei muscoli,
  • avere una rapida ripresa post-trauma,
  • alleviare dal dolore.

Visita dermatologica e medicina estetica

VISITA DERMATOLOGICA

Salus Sanitaria Ortopedia

La Visita Dermatologica è un passaggio fondamentale per escludere, diagnosticare o monitorare un disturbo o malattia a carico della pelle e dei tessuti connessi, quali peli e capelli, unghie, ghiandole sudorifere, ecc.

Le più frequenti problematiche per le quali è richiesta una Visita Dermatologica sono:

  • malattie a carico della cute già note, che d'accordo con lo Specialista impongono al Paziente di sottoporsi a periodici controlli,
  • anomalie riscontrate a livello di un neo,
  • presenza di eruzioni cutanee di vario tipo,
  • presenza di pomfi e/o angioedemi accompagnati o meno da dolore,
  • prurito persistente,
  • cambiamento del colore e della consistenza della pelle.

La Visita Dermatologica è utile per:

  • diagnosticare e trattare le patologie cutanee, quali dermatite, eczema, orticaria, eritema, acne, psoriasi, vitiligine, disturbi degli annessi cutanei,
  • o per monitorare l'eventuale evoluzione di una patologia cutanea già diagnosticata.

Durante la visita, il Dermatologo esegue l'anamnesi del Paziente.
A tale scopo il Paziente è invitato a portare con sé eventuali esami effettuati su richiesta del proprio medico curante e altri esami inerenti precedentemente effettuati; eventuali esami del sangue recenti, anche se eseguiti per altri motivi; una nota del nome degli eventuali farmaci assunti quotidianamente.
Il Dermatologo quindi passa ad esaminare le manifestazioni cutanee che hanno spinto il Paziente a sottoporsi alla visita. La visita può concludersi direttamente con una diagnosi oppure con la prescrizione di esami strumentali, come test allergologici, tampone cutaneo e biopsia cutanea e/o di esami del sangue. In questo caso sarà prevista una ulteriore visita per esaminare i referti e pervenire alla diagnosi.

Sulla base della diagnosi il Dermatologo prescriverà, ove necessario, il percorso di cura opportuno.


MEDICINA ESTETICA

Salus Sanitaria Ortopedia

La Visita Dermatologica può essere richiesta anche per perseguire finalità estetiche, e dunque per correggere o eliminare gli inestetismi del viso o del corpo senza ricorrere alla chirurgia, bensì attraverso una serie di trattamenti poco invasivi che consentono una ripresa delle normali attività in breve tempo.

Gli inestetismi di cui si occupa la medicina estetica possono essere congeniti oppure possono essere acquisiti nel corso degli anni, ad esempio a causa dell’invecchiamento o dello stile di vita.

Il Dermatologo può eseguire vari trattamenti estetici quali quelli basati sull'impiego di tossina botulinica e sui riempitivi a base di acido ialuronico (filler) e i peeling chimici

Visita audiometrica MAICO

Salus Sanitaria Ortopedia

L’Audiometrista della MAICO esegue l’esame audiometrico tonale, cioè un esame in grado di fornire informazioni sulla capacità uditiva, essendo in grado di individuare eventuali perdite della percezione uditiva

Durante l’esame, al Paziente viene dato un paio di cuffie da mettere sulle orecchie. I’Audiometrista invierà alle cuffie dei suoni – partendo dai toni bassi fino ad arrivare a quelli alti – e chiederà al Paziente di dare un cenno di consenso tutte le volte che percepirà il suono: in questo modo I’Audiometrista potrà determinare la soglia di minima udibilità del Paziente.
L’esame può prevedere anche l’uso di un dispositivo detto archetto osseo, che viene posizionato sull’osso dietro l’orecchio e che proprio attraverso l’osso trasmette le vibrazioni direttamente all’orecchio interno.
Mediante la capacità del Paziente di recepire i suoni I’Audiometrista è in grado di valutare la funzionalità dell’orecchio esterno e dell’orecchio medio.
Attraverso l’uso delle vibrazioni si valuta invece la funzionalità dell’orecchio interno.

In base all’esito dell’esame, l’Audiometrista provvederà, ove necessario, a prescrivere l’apparecchio acustico che meglio risolve il problema evidenziato.